La Francia è una delle destinazioni più ambite dai turisti di tutto il mondo, grazie al suo patrimonio culturale unico, la sua antichissima storia e la sua bellezza impareggiabile. Nell’immaginario comune la Francia è rappresentata dalla sua spettacolare capitale, ma il Paese è costellato da graziosi borghi medievali, ideali per rilassarsi lontano dalla folla e dal caos della Ville Lumière.

1- Mont Saint-Michel

Mont Saint-Michel è un suggestivo isolotto dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Parliamo del sito turistico più frequentato della Normandia e, dopo Parigi, dell’intera Francia.

Diversamente da quanto accade in altri borghi francesi, qui, a causa della sua fama mondiale, è difficile non trovare turisti intenti a fotografare questa meraviglia dell’architettura e della natura.
L’abbazia e il piccolo borgo, infatti, sorgono sopra un isolotto nel cuore di una baia invasa dalle maree più grandi d’Europa, circondata da sabbie mobili e accessibile solo attraverso una passerella che collega l’isola alla terraferma. Mont Saint-Michel è bello sempre, ma di sera il suo fascino regala pura magia.

montsanmichel

2- Saint Paul De Vence

Saint Paul de Vence è un romantico villaggio medievale nei pressi di Nizza, con stradine di ciottoli, case pittoresche, piazze nascoste, fontane e scorci meravigliosi.

Qui è possibile trovare numerose gallerie d’arte e botteghe artigiane, perché il borgo è da tempo frequentato da artisti e pittori. Imperdibile per gli appassionati d’arte, una visita alla fondazione Maeght, il museo che custodisce opere di Chagall, Matisse, Mirò. L’ideale qui è passeggiare lungo le mura che racchiudono il paesino per ammirare la vista sulla vallata fino al mare.

saintpauldevence

3- Ètretat

Étretat è un borgo di mare incastonato tra le falesie che offre un paesaggio da cartolina. Situato nella cosiddetta Costa dell’Alabastro, un’area con scogliere bianche come il latte, il borgo è circondato da prati verdissimi accarezzati da un vento sempre costante e dal mare che regala vedute mozzafiato.

Amata da molti artisti e scrittori che hanno lasciato il cuore tra i suoi vicoli, Étretat era particolarmente apprezzata da Guy de Maupassant che soprannominò la falesia di Aval “una proboscide che si getta nel mare”. La costa è splendida al tramonto, quando le rocce si tingono di rosa e arancione e regalano uno spettacolo straordinario.

etretat

4- Gordes

Siamo a Gordes: sterminati campi di lavanda, casette in pietra, abbazie medievali e un magnifico castello. Sembra una fiaba, invece si tratta di uno dei borghi più belli di Francia, immerso nello splendido paesaggio della Provenza.
Appollaiato su una roccia, Gordes è un labirinto di strade di pietra dove perdersi nelle belle giornate estive per ammirare i suoi panorami da cartolina. L’atmosfera che si respira in questo villaggio è talmente unica, che in passato è stato scelto come set del film “Un’ottima annata” con Russel Crowe.

eze

5- Èze

Èze è una vera e propria tavolozza di colori. Una romantica cittadina dalla storia antica che regala panorami spettacolari sulla Costa Azzurra e la macchia mediterranea che la circonda. Vicoli in pietra, panorami sul mare, cactus, gelsomini, fiori colorati, chiese medievali, castelli e giardini rigogliosi: Èze è talmente bella che quasi non sembra vera. È uno dei borghi più belli della Francia del sud, da visitare in primavera, quando la natura è in fiore e tinge la città di mille sfumature.

A Èze è possibile percorrere il sentiero di Nietzsche che collega Èze Village a Èze sur Mer. È un cammino così spettacolare che si dice abbia inspirato il filosofo nella scrittura di molte sue opere.

gordes